Codici di comportamento

Riportiamo di seguito la normativa in merito ai codici di comportamento dei pubblici dipendenti:

  • Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al personale del Comparto Scuola per il quadriennio normativo 2006-2009 e biennio economico 2006-2007, firmato il 29 novembre 2007 (CCNL 2007 – pdf);
  • Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62. Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (DPR 16 aprile 2013 n. 62 – Gazzetta Ufficiale n. 129 del 4 giugno 2013pdf). Il testo ha abrogato il decreto del Ministro per la funzione pubblica del 28 novembre 2000 recante “Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni”, pubblicato nella G.U. n. 84 del 10 aprile 2001 (link);
  • Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Testo unico sul Pubblico impiego (D.Lgs 165/2001 – Gazzetta Ufficiale n. 106 del 9 maggio 2001 – aggiornato con le modifiche apportate dalla Legge 23 dicembre 2014, n. 190 e dalla Legge 7 agosto 2015, n. 124 sul sito Altalex);
  • Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione, Legge 6 novembre 2012, n. 190 (Gazzetta Ufficiale n. 265 del 13 novembre 2012L. 190/2012 – pdf);
  • Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297. Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado (D.Lgs. 297/1994 – Gazzetta Ufficiale n. 115 del 19 maggio 1994 – pdf – coordinato e aggiornato con interventi successivi sul sito Altalex);
  • Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150. Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni (D.Lgs. 150/2009Gazzetta Ufficiale n. 254 del 31 ottobre 2009istruzioni per l’uso);